Elezione diretta del Presidente della Commissione

In English en Français

Proposta di petizione al Parlamento Europeo

A. considerando che con l’attuale sistema istituzionale dell’Unione, in cui la legittimazione politica poggia simultaneamente sul Consiglio e sul Parlamento europeo, non è sano che una sola di queste istituzioni si arroghi il diritto di eleggere tra i cosiddetti Spitzenkandidaten, cioè tra i “candidati capifila” che ciascun gruppo politico esprime, il candidato chiamato a diventare automaticamente il Presidente della Commissione se il suo partito ottiene il maggior numero di seggi;

B. considerando che il sistema degli Spitzenkandidaten è ormai esplicitamente rifiutato da alcuni gruppi politici europei – in primo luogo l’Alleanza dei Liberali e Democratici (Alde), che per il 2019 non ne indicherà alcuno – ed esclude forze politiche nazionali molto rappresentative, come En Marche, che non fanno riferimento al momento ad alcun raggruppamento europeo;

C. considerando che un sistema di governo parlamentare, in cui l’esecutivo è responsabile davanti al Parlamento, non è adatto ad un assetto istituzionale quale quello dell’Unione, che è fondato sulla doppia legittimità democratica del Parlamento eletto direttamente dai cittadini e del Consiglio dei ministri degli stati membri;

D. considerando che in un tale sistema parlamentare, fondato per di più su leggi elettorali proporzionali, il sistema dello Spitzenkandidat potrebbe condurre all’elezione di un Presidente senza una maggioranza parlamentare ;

E. considerando che la figura dello Spitzenkandidat è, in ogni caso, in contraddizione con l’articolo 17 § 7 del Trattato sull’Unione europea (“Tenuto conto delle elezioni del Parlamento europeo e dopo aver effettuato le consultazioni appropriate, il Consiglio europeo, deliberando a maggioranza qualificata, propone al Parlamento europeo un candidato alla carica di Presidente della Commissione”), poiché eleggere Presidente il candidato espresso dal gruppo politico con più seggi non è affatto l’unico modo per “tenere conto” del risultato elettorale;

F. considerando che l’attuale sistema istituzionale dell’Unione europea non risponde in modo soddisfacente al principio dell’equilibrio dei poteri tra le diverse istituzioni;

G. considerando che il principio di collegialità, che è stato la regola di funzionamento della Commissione europea dal momento della sua fondazione ai decenni successivi, non è più de facto in vigore da molti anni, in particolare a seguito degli ultimi allargamenti ed è al contrario in atto un vero e proprio processo di “presidenzializzazione”;

H. considerando che, in un ordinamento federale, la legittimazione popolare del capo dell’istituzione chiamata, allo stesso tempo, ad essere il governo dell’Unione ed il garante dei Trattati, rappresenta un presidio della sua indipendenza e un argine ai condizionamenti dei governi e dei parlamenti;

I considerando che la Commissione europea e, attraverso di essa, l’Unione nel suo insieme, patisce sempre agli occhi di un gran numero di cittadini europei un deficit reale o presunto, di trasparenza, responsabilità e legittimità;

  1. chiediamo di conseguenza al Parlamento europeo di depositare, in base all’articolo 48 § 2 del Trattato sull’Unione europea (TUE) sulle revisioni ordinarie dei trattati, una richiesta di riforma dell’articolo 17, che stabilisca l’elezione del Presidente della Commissione a suffragio universale diretto a turno unico, da parte dell’insieme degli elettori degli stati membri dell’Unione;
  2. chiediamo che la nuova formulazione dell’articolo 17 del Trattato sull’Unione europea (TUE) integri tutte le modifiche rese necessarie dall’elezione a suffragio universale diretto del Presidente della Commissione, ivi compresi i requisiti e le procedure di selezione e ammissione dei candidati alla carica e le regole per la destituzione del Presidente eletto.
Email to someoneShare on Facebook0Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter0share on Tumblr

2 thoughts on “Elezione diretta del Presidente della Commissione

  1. Pingback: Election directe du Président de la Commission - L'Européen

  2. Pingback: Sulle orme di Jean Monnet, qualche proposta per l’Ue - L'Européen

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *